Metodologia Didattica

La scelta della metodologia didattica utilizzata da MYSWITCH sarà flessibile in relazione alle concrete situazioni formative e in base alle particolari caratteristiche degli alunni.

Brain storming: significa letteralmente “tempesta di cervelli”. Durante lo svolgimento del corso sarà presentato ai corsisti un problema da risolvere, entro un arco di tempo stabilito, ciascuno dei partecipanti sarà libero di esprimere il proprio punto di vista senza essere sottoposto ad alcun giudizio del didatta.
Alla fine, tutte le idee verranno analizzate al fine di giungere ad un’unica soluzione del problema.

Debrifing: questo metodo consiste in una riflessione autocritica di ciò che si è imparato. A fine corso si porranno al corsista una serie di domande che andranno ad indagare sulla qualità del prodotto offerto, la soddisfazione dell’utente e le criticità emerse.

Circle time: con il “tempo del cerchio” il didatta andrà a stimolare la componente socio affettiva dell’allievo. Il gruppo verrà disposto in cerchio e con l’aiuto del tutor ogni componente sarà sollecitato e coordinato ad intervenire su una tematica proposta rispettando, qualora si presentasse, la volontà di non voler intervenire.
L’ordine di intervento dovrà rispettare la disposizione degli allievi nel cerchio. Il conduttore assume il ruolo di interlocutore privilegiato nel porre domande e nel fornire risposte. Il circle time facilita e sviluppa la comunicazione circolare, favorisce la conoscenza di sé, promuove la libera e attiva espressione di idee, delle opinioni, dei sentimenti e dei vissuti personali e, infine, crea un clima di serenità e di condivisione facilitante la costituzione di qualsiasi nuovo gruppo di lavoro o preliminare a una nuova attività.

Documentazione: è l’insieme di tutto il materiale prodotto al fine di testimoniare un determinato percorso di apprendimento. Ad ogni allievo verrà fornito del materiale didattico per poter approfondire ciò che viene proposto in aula e per potersi preparare per l’esame finale. Il materiale che verrà erogato sarà sia su supporto cartaceo che multimediale.

Interdisciplinarità: è un metodo che supera la vecchia metodologia didattica per la quale non veniva menzionata la combinazione di più discipline per elaborare della tematica in oggetto. Un lavoro di rete tra saperi per il raggiungimento di una conoscenza globale, completa e unica.

Lavoro di gruppo: è una metodologia utilizzata per creare un clima accogliente ed operativo all’interno del gruppo. A seconda dell’attività da svolgere, il docente può decidere di suddividere il gruppo in diversi sottogruppi che potranno essere elettivi, misti, di livello, di compito, misti oppure lasciare liberi gli alunni di formare i loro gruppi di lavoro.

Role playing: Gioco di ruolo. L’obiettivo sarà quello di far emergere non solo il ruolo, le norme comportamentali, ma la persona con la sua creatività.
In un clima collaborativo, rilassato, accogliente si organizza l’attività di role playing, che si articola in quattro fasi:
Warming up: attraverso tecniche specifiche (sketch e scenette, interviste,discussioni,ecc..), si crea un clima sereno e proficuo.
Azione: i corsisti sono chiamati ad immedesimarsi in ruoli diversi e ad ipotizzare soluzioni.
Cooling off: si esce dai ruoli e dal gioco, per riprendere le distanze.
Analisi: si analizza, commenta e discute ciò che è avvenuto.